Autore Topic: Operazione trasparenza: online i redditi dei ministri  (Letto 625 volte)

Descrizione:

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ambarambacicicoco

Operazione trasparenza: online i redditi dei ministri
« il: Febbraio 21, 2012, 14:39:17 pm »
Operazione trasparenza: online i redditi dei ministri

Da oggi i redditi dei ministri vanno online, sui siti dei rispettivi dicasteri, per l'operazione trasparenza voluta da Mario Monti. Il premier orgoglioso ha sottolineato che le dichiarazioni patrimoniali diverranno pubbliche "anche se la legge non lo richiede".

Paola Severino
Con un imponibile netto da 7.005.649 di euro il ministro più ricco è Paola Severino, secondo il modello Unico del 2011 pubblicato sul sito www.giustizia.it. Il Guardasigilli specifica anche il totale delle tasse e imposte pagate, pari a 4.017.761. Il compenso lordo come ministro è di 195.255 euro annui.
Severino, che di professione è avvocato, denuncia due appartamenti, a Roma e Cortina, un appartamento in comproprietà nella capitale categoria A2 con annessi cantina e garage.
Due le automobili, una Daihatsu del 2006 e una Toyota del 2009. C'è, inoltre, un'imbarcazione da diporto del 2009. Fra gli strumenti finanziari, 4576 azioni Generali Spa e 500 Gbm. Vengono ciate le banche Finmat e Unicredit nelle gestioni di portafogli di investimento.
Con l'assunzione dell'incarico nell'esecutivo - si legge sul sito del ministero della Giustizia - sono "cessati tutti gli incarichi a qualsiasi titolo svolti e verranno percepiti i soli crediti professionali per onorari maturati fino al 16 Novembre 2011".

Corrado Passera
Ha dichiarato nel 2011 un reddito complessivo per il 2010 di 3.529.602 euro su cui ha pagato 1,4 milioni di tasse.
Da ministro, il compenso scenderà a 220mila euro circa. Nel patrimonio figurano, tra l'altro, depositi per 8,8 milioni sostanzialmente derivanti dalla vendita delle azioni Intesa, azioni, obbligazioni, una casa a Parigi e una Mercedes.

Francesco Profumo
Al ministro dell'Istruzione il merito di essere stato il primo a pubblicare online il proprio reddito. Il compenso per l'incarico di governo è pari a 199.778 euro.

Giampaolo Di Paola
Ha dichiarato di percepire un compenso annuo lordo di 199,778,25 euro a decorrere dal 16 novembre 2011.
Per quell'anno, l'attuale titolare di Palazzo Baracchini ha percepito inoltre 25.179,17 euro lordi come ministro, oltre a 314.522,64 euro di pensione provvisoria e 29.441,44 euro per servizio all'estero.
Non sono in essere rapporti di lavoratore dipendente, si legge nella scheda, in cui si dichiara una casa di proprietà di 130 metri quadri a Livorno (titolarità del 50%). Il ministro ama le macchine tedesche: è in possesso di due autovetture, una Mercedes Classe B e una Wolkswagen Polo. Di Paola ha dichiarato di avere quote azionarie in Enel (398), Finmeccanica (68) e Deutsche Telekom (14), quote nel fondi di investimento 'Pioneeer Paesi Emergenti' e 'Pioneer SSF Euro' ed è in possesso di Bot/Btp per un valore di 150.000 euro. Il ministro ha anche stipulato una polizza assicurativa Generali ed ha obbligazioni per 655.000 euro.

Anna Maria Cancellieri
Ha dichiarato un compenso annuo lordo pari a 183.084,35 euro.
Tra i beni immobili, figurano due appartamenti di proprietà a Milano e l'abitazione principale a Roma.
Il ministro ha inoltre dichiarato la proprietà di tre box, due a Milano e uno a Roma. Un fabbricato (negozio) in comproprietà (al 50%), un magazzino (2,5%) sempre a Milano e un fabbricato (appartamento) in comproprietà (50%) a Palazzolo Acreide (Sr) e fabbricati in comproprietà (20%) per attività agricola.

Giulio Terzi di Sant'Agata
Il compenso annuo lordo del ministro degli Affari esteri sarà di 203.653 euro lordi annui, una cifra inferiore alla remunerazione da ambasciatore d'Italia a Washington, incarico che svolgeva precedentemente. La sua dichiarazione dei redditi 2011, era infatti di 123.643 euro, cui si sommava un'indennità di servizio all'estero pari a 214.939 euro.
Il ministro non riveste altri incarichi, né ha rapporti di lavoro con altre amministrazioni, né usufruisce di altri compensi, né possiede quote e azioni societarie.
Terzi possiede in comproprietà un appartamento a Roma e un altro a New York; una villa, un garage e alcuni terreni agricoli (tre ettari in totale) a Curno e Brembate di Sopra, in provincia di Bergamo.
Il parco auto è piuttosto limitato con una Golf e una Ford Focus, rispettivamente del 2012 e 2004 , cui si aggiunge lo sfizio di una Harley-Davidson 883 del 2005.

Dino Piero Giarda
Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, dichiara per il 2011 un reddito totale di 262.288 euro, di cui 31.145 euro di redditi di lavoro autonomo, 226.919 euro di compensi di due consigli di amministrazione e un collegio revisori, 4.224 euro di redditi provenienti dai fabbricati.
Il compenso mensile lordo attualmente è di 16.234 euro. Tra i beni immobili, un appartamento di 175 metri quadri a Milano, un appartamento ad Alagna Valsesia e una partecipazione in una piccola baita, sempre nella frazione di Goreto. L'auto è una Seat Ibiza del 2002.

Andrea Riccardi
Nel 2011, il fondatore della comunità di Sant'Egidio, attuale ministro della Cooperazione e dell'Integrazione ha dichiarato un reddito complessivo di 120mila euro. Grazie all'incarico di governo, Riccardi percepirà 199.778 euro l'anno che si sommeranno alla sua pensione da professore universitario di 81.154 mila euro.
Il Ministro è anche proprietario di due appartamenti, uno a Trevi di 250mq più 180mq di cantine e uno a Roma di 210mq in usofrutto alla madre. Sempre a Trevi Riccardi possiede un terreno di 72 are e 90 centare di provenienza familiare. Riccardi possiede anche un deposito titoli presso l'Unicredit per un valore complessivo di 80mila euro circa ed è cointestatario per il 25% di un deposito titoli presso il Monte dei Paschi di Siena pari a 46mila euro. Oltre allo stipendio figurano nella sua scheda patrimoniale, la pensione da docente, una casa in Umbria, un terreno di '72 are e 90 centiare' un appartamento a Roma, un deposito titoli da 78 mila euro circa e il 25% di un altro portafoglio obbligazionario da 50 mila euro.

Renato Balduzzi
Nel 2011 l'attuale ministro della Salute ha dichiarato per l'anno 2010 un reddito di 143.750 euro. Il trattamento economico complessivo annuo lordo che percepirà come ministro è di 199.778 euro. Balduzzi risulta in aspettativa senza assegni dal 16 novembre scorso come professore universitario di ruolo dell'Università Cattolica del Sacro Cuore.
Risulta possedere diversi beni immobili, tra i quali un fabbricato ad Alessadria di 21,5 vani (in comproprietà al 50%), alcuni terreni tra Molino de' Torti (Alessandria) e Avise (Aosta), alcuni in comproprietà, per un totale di 0,18 ettari (17,8 are), un altro fabbricato al 50% a Bordighiera (Milano). Tra i beni mobili, Balduzzi possiede tre autovetture: una Subaru B9 Tribeca, una Fiat Multipla e una Fiat Panda, tutte del 2006.
Il ministro della Salute ha anche una serie di azioni per un controvalore di circa 90mila euro (31.284 dell'Eni e 20.068,34 di Banca Carige), delle obbligazioni Unicredit per 8.696,38 e circa 157mila euro in vari fondi comuni di investimento (Capital Italia Sicav, Carige, Eurizon).
Il saldo complessivo a ieri nel suo conto bancario ammontava a circa 52mila euro.

Mario Catania
Il reddito 2010 (dichiarazione 2011) del ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ammonta a 213.700 euro, interamente ascrivibili alla retribuzione da lavoro dipendente presso il dicastero.
E' quanto rileva la pubblicazione della dichiarazione dei redditi pubblicata online. La retribuzione annua lorda del 2011, precedente alla nomina quale ministro, è pari a 280.600 euro. Per effetto della nomina la retribuzione annua lorda è scesa a 211.047,46 euro.

Corrado Clini
Nel 2011 il ministro dell'Ambiente ha dichiarato redditi per 173.383 euro come compenso annuo lordo percepito nel 2010 per la qualifica di direttore generale del Ministero, per la quale ora è collocato in aspettativa senza assegni. Il trattamento economico come ministro per il 2012 ammonta invece a 199.778,25 euro.
Tra i beni immobili, Clini possiede il 50% di un fabbricato a Mirano, in provincia di Venezia. Tra i beni mobili risulta una Fiat 500 immatricolata nel 2010.

Antonio Catricalà
Il reddito del sottosegretario alla Presidenza del Consiglioera è stato nel 2010 di 740 mila euro, per il 2012 calerà a 200 mila.

Fabrizio Barca
Il reddito 2010 del ministro per la coesione Territoriale ammontava a 160.484 euro. Il reddito corrente è di 199.778,25 euro.
Barca, in comunione di beni con la moglie, possiede due fabbricati a Roma di complessivi 140 metri quadrati e uno nel comune di Roccagorga (Latina) di 35 mq. Sempre in comunione di beni, il ministro possiede polizze vita per 117mila euro circa, obbligazioni per 112mila e altri strumenti finanziari per 9mila euro circa. Barca possiede una Renault New Kangoo, di proprietà al 100% del coniuge.

Filippo Patroni Griffi
Nel 2010 quando ancora non era ministro, ha guadagnato 504.367 euro lordi e ha pagato un'imposta lorda di 209.657 euro. Questo quanto si legge nella stessa dichiarazione dei redditi 2011 del ministro, pubblicata on line sul sito del ministero.
Per il suo incarico al dicastero il ministro riceverà da novembre 2011 un compenso lordo annuo di 205.915,54.
Patroni Griffi risulta poi proprietario della casa adibita ad abitazione principale e di quote in nuda proprietà in altre 4 abitazioni più un terreno. Ha una Bmw320 del 2005, una Ford Fiesta del 2010, una Toyota Yaris del 2001 e una moto del 2005.

Gianfranco Polillo
Il sottosegretario all'Economia un anno fa aveva dichiarato 250 mila euro. Ha inoltre reso noto di aver comprato un immobile da 160 metri quadrati a Roma per i quali nel 2010 ha acceso un mutuo di 900 mila euro.

L'intellettuale è uno che non capisce niente, però con grande autorità e competenza. (Leo Longanesi)
 

Offline ambarambacicicoco

Re:Operazione trasparenza: online i redditi dei ministri
« Risposta #1 il: Febbraio 21, 2012, 19:04:48 pm »
Operazione trasparenza: on line tutti i redditi del governo                Pubblicati sul sito dell'esecutivo                                     Boom di accessi al sito del governo sul quale oggi vengono  pubblicati i redditi di ministri e componenti dell'esecutivo. La pagina  on line è andata temporaneamente in tilt.

PAOLA SEVERINO - Il  ministro della giustizia Paola Severino ha totalizzato nel 2011 (redditi  riferiti al 2010) un imponibile netto di 7.005.649,00 di euro ed ha  versato tasse, contributi ed imposte per 4.017.761,00 di euro. Il  compenso annuo lordo per l'attività ministeriale sarà pari a 195.225,20  euro. Il ministro Severino - secondo i dati sulla trasparenza pubblicati  sul sito del ministero - risulta proprietario di due appartamento a  Roma e di uno a Cortina d'Ampezzo (gravato di mutuo); possiede due  autovetture e una imbarcazione (in leasing); ha in portafoglio 4.576  azioni Generali e 500 azioni Gbm; e obbligazioni (compresi Btp) per un  valore nominale di oltre quattro milioni di euro. Noto avvocato, il  ministro Severino è anche professore ordinario alla Luiss di Roma, ma  ora non riceve compensi essendo in aspettativa.

CORRADO PASSERA -  Il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, nel 2011 ha  avuto un reddito complessivo di circa 3,5 milioni di euro, su cui ha  pagato 1,4 milioni di tasse. E' quanto emerge dalla posizione  patrimoniale e reddituale pubblicata sul sito del ministero. Da  ministro, il compenso scendera' a 220mila euro circa. Nel patrimonio  figurano, tra l'altro, depositi per 8,8 milioni sostanzialmente  derivanti dalla vendita delle azioni Intesa, azioni, obbligazioni, una  casa a Parigi e una Mercedes.

Come annunciato ieri dal premier  Mario Monti, dunque, Passera ha pubblicato online il proprio patrimonio e  il proprio reddito. Nel dettaglio, il reddito complessivo dichiarato  dal ministro nel 2011 (anno d'imposta 2010) è stato pari a 3.529.602  euro, con un imponibile di 3.185.043 euro. I beni immobili indicati  nella dichiarazione dei redditi sono un fabbricato di 141 metri quadrati  a Parigi e un terreno di 3.220 metri quadrati a Casale Marettimo  (Pisa), detenuti entrambi al 100%. Nella casella beni mobili figura solo  una Mercedes A180 immatricolata nel 2010.

Più corposa la voce  relativa agli strumenti finanziari: Passera possiede azioni della  Lariohotels spa, pari al 33% circa (di cui il 21,6% in nuda proprietà)  per un valore patrimoniale complessivo di circa 5 milioni e il 33,33%  della Immobiliare Venezia Srl, per un valore di 1,6 milioni. Tra gli  altri depositi figurano, oltre agli 8,8 milioni derivanti dalla vendita  delle azioni Intesa a fine dicembre, titoli obbligazionari per 169mila  euro, titoli obbligazionari in dollari per 23mila euro, polizze vita per  1,28 milioni e fondo pensione complementare per 3,3 milioni. Il  ministro Passera, infine, registra un indebitamento finanziario (mutui  accesi per l'acquisto degli immobili) pari 2 milioni di euro (importo  residuo) con il Banco di Brescia e a 910mila euro (importo residuo) con  il Credit Lyonnais.

GIULIO TERZI - Il ministro degli Esteri  Giulio Terzi di Sant'Agata nel 2012 riceverà per il suo incarico 203  mila euro lordi. Nel 2010 percepiva 123 mila euro di stipendio, più 214  mila di indennità da ambasciatore negli Usa. Con la nomina alla  Farnesina 'perde' dunque virtualmente oltre 100 mila euro. Il ministro  possiede una Golf del 2012, una Ford Focus del 2004 e una Harley  Davidson 883 del 2005. Ha terreni agricoli a Curno e Brembate di Sopra  (Bg), una villa a Brembate di Sopra e due comproprietà, a Roma e New  York. Nessuna azione.

FILIPPO PATRONI GRIFFI - Per il 2010 il  ministro della Funzione pubblica, Filippo Patroni Griffi ha dichiarato  un reddito complessivo di 504.367 euro pagando un'imposta netta di  208.743 euro. E' quanto si legge nella dichiarazione dei redditi 2011  del ministro pubblicata sul sito. Nel 2012 il reddito con l'incarico da  ministro dovrebbe dimezzarsi dato che il compenso annuo lordo sarà di  205.915 euro. Il ministro, secondo quanto si legge sulla posizione  patrimoniale pubblicata sul sito, ha piena proprietà solo di un  fabbricato a Roma di tre vani mentre per altri tre fabbricati e un  terreno ha una nuda proprietà condivisa.

ANNA MARIA CANCELLIERI -  Il ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri riceverà nel 2012 per  il suo incarico uno stipendio lordo di 183 mila euro, mentre nulla  emerge sui redditi dichiarati nel 2011. Dalla dichiarazione pubblicata  sul sito del ministero risulta che Cancellieri ha la proprietà di cinque  immobili a Milano e due a Roma. Ha inoltre 17 comproprietà: un negozio  al 50% a Milano, nonchè terreni e fabbricati al 20% a Palazzolo Acreide  (SR). Possiede anche 100 azioni della Banca Popolare di Vicenza e una  Toyota Land Cruiser del 2001.

GIAMPAOLO DI PAOLA - Il ministro  della Difesa Giampaolo di Paola per il suo incarico percepirà 199 mila  euro lordi nel 2012 (25 mila nel 2011). Nel 2011 ha ricevuto inoltre 314  mila euro di pensione provvisoria e 29 mila per servizio all'estero. Di  Paola risulta proprietario al 50% di una casa a Livorno di 130 mq. Ha  due auto, una Mercedes Classe B e una Volkswagen Polo CV. Ed è titolare  di azioni Enel, Finmeccanica, Deutesche Telekom. E di Bot/Btp per  150.000 euro, una polizza assicurativa Generali di 85.000 euro e  obbligazioni per 655.000 euro.

MARIO CATANIA - Guadagnava più da  dipendente del ministero che da ministro, Mario Catania. Il titolare  delle Politiche agricole percepirà infatti 211 mila euro nel 2012,  mentre nel 2010 ne prendeva 213 mila e nel 2011, prima della nomina,  aveva uno stipendio di 280 mila euro. I suoi risparmi sono tutti  investiti in titoli di Stato, per un valore di 450 mila euro. Catania ha  inoltre una Volkswagen Golf del 2004. Ed é proprietario della casa in  cui vive a Roma: circa 120 mq. Ha anche la proprietà del 50% di una casa  a Manciano (Gr).

FRANCESCO PROFUMO - Il ministro  dell'istruzione Francesco Profumo nel 2012 riceverà per il suo incarico  199 mila euro lordi. E' in aspettativa non retribuita da professore al  Politecnico di Torino. E nel 2010 dichiarava un reddito lordo di 227  mila euro. Profumo possiede 7 tra proprietà e comproprietà di immobili  ad Albissola Mare (Sv), Savona e Torino e un appartamento al 50% a  Salina (Me). Auto: una Lancia Lybra del 2001. E inoltre azioni di  Intesa, Monte dei Paschi, De Longhi, Enel, Telecom Italia, Unicredit e  Finmeccanica.

ROBERTO CECCHI - Il sottosegretario ai Beni  culturali Roberto Cecchi riceve per il suo incarico uno stipendio annuo  lordo di 186.346,54 euro. Nella posizione patrimoniale pubblicata sul  sito del ministero non dichiara invece i redditi degli scorsi anni.  Cecchi ricopre anche tre incarichi a titolo gratuito: componente della  commissione scientifica delle Scuderie del Quirinale, presidente del  Comitato scientifico della Fondazione Città Italia e componente del  consiglio generale della Fondazione G.Cini. E' in aspettativa non  retribuita da segretario generale del ministero. Mentre dopo la nomina a  sottosegretario ha dato le dimissioni dagli incarichi di componente  dell'Ufficio di piano presso il ministero delle Infrastrutture e membro  del Comitato tecnico scientifico del commissario delegato per  l'emergenza della mobilità sull'A4. Il sottosegretario dichiara inoltre  di non avere azioni, ma di possedere il 50% di un appartamento di circa  100 mq a Milano e la comproprietà di due appartamenti a Firenze: il  16,6% di uno di 80 mq e il 33,3% di uno di 100 mq. Cecchi ha infine  un'auto Volkswagen Passat KW103 del 2011 e una moto BMW R 1200 R del  2010.


Fonte TelevideoRAI

L'intellettuale è uno che non capisce niente, però con grande autorità e competenza. (Leo Longanesi)
 

Offline pinkfloyd

  • “Non vedere separa l’uomo dalle cose. Non sentire separa l’uomo dall’uomo”
  • Moderatore Globale
  • *
  • Post: 16702
  • Ringraziato: 8 volte
  • Karma: +590/-4
  • La conoscenza e utile se la condividi
Re:Operazione trasparenza: online i redditi dei ministri
« Risposta #2 il: Febbraio 21, 2012, 20:09:44 pm »
Tutto qui,  dove sono gli altri  botte .......
Poco credibile  :o
Vivi e lascia vivere, perché niente è più importante della vita, quindi fregatene di ciò che pensano, fregatene di chi non ti è amico, fregatene di chi parla alle tue spalle, vivi alla faccia di coloro che sono invidiosi, vivi alla faccia di chi è falso, dimentica chi ti ha fatto male e sorridi, si indifferente al suo pensiero e ricorda che... il vero amico sei solo tu! Straordinaria follia.
 


Cliccate il BANNER sopra, sarete di grande Aiuto. GRAZIE !