Autore Topic: Brunetta, da gennaio il più grande URP d'Europa...  (Letto 556 volte)

Descrizione:

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline garfield

  • Heaven
  • *
  • Post: 3574
  • Karma: +366/-3
  • Una giornata senza un sorriso è una giornata persa
    • E-mail
Brunetta, da gennaio il più grande URP d'Europa...
« il: Dicembre 28, 2008, 22:41:41 pm »
"Da gennaio sarà attivo il più grande Urp (ufficio relazioni con il pubblico) d'Europa. L'annuncio arriva dal ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, consueto ospite domenicale di Rtl 102.5. "Il 2009 - dice - sarà l'anno in cui in cittadini vedranno in maniera concreta i cambiamenti della P.a. nei loro confronti. Qualcosa si è già visto con la diminuzione dei tassi di assenteismo. Vogliamo proseguire su questa strada. I pubblici dipendenti sono dei privilegiati in questa fase, lo dico con il massimo rispetto, nel senso che non rischiamo stipendio, cassa integrazione o addirittura il lavoro, mentre altri settori sono in mezzo alla bufera. Proprio per questo, devono avere maggior senso di responsabilità ed aumentare la produttività nei confronti delle famiglie e delle imprese.
Questa sarà la mission del 2009: se la pubblica amministrazione prima veniva considerata la palla al piede dell'economia, ebbene adesso deve diventare il 'motore' dell'economia". Intanto, annuncia il ministro, "il mio ministero avvierà un nuovo rivoluzionario servizio, un ufficio di relazioni con il pubblico (via telefono, internet o via cartacea) che non lascerà più soli i cittadini. Se qualcuno ha un problema basterà telefonare a questo servizio che verificherà con massimo scrupolo per risolvere il problema. Insomma, una linea che non ti lascerà solo. Un servizio del genere - ricorda Brunetta - fino ad oggi non c'era in Italia o esistevano servizi molto minimali. Partirà a fine gennaio e sarà il più grande Urp d'Europa". L'ultima battuta è per l'anno nuovo che si va aprendo: "Cosa vorrei eliminare nel 2009? Il pregiudizio ideologico innanzitutto - risponde Brunetta - Vorrei che tutti avessero l'umiltà di saper ascoltare. E poi vorrei eliminare i luoghi comuni". Intanto il ministro sorride quando gli si ricorda l'appellativo (in senso positivo) di 'incendiario' con cui è stato ribattezzato da Le Monde: "é un termine che mi piace - conclude - anche perché penso ai tanti radical chic italiani che mi hanno criticato e si staranno contorcendo di rabbia".
 

chi lotta può perdere...
chi non lotta ha già perso...
 


Cliccate il BANNER sopra, sarete di grande Aiuto. GRAZIE !