Autore Topic: Nomadi - Piccole perle  (Letto 1123 volte)

Descrizione:

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ridethesnake

  • Vice Amministratore
  • *
  • Post: 8665
  • Ringraziato: 4 volte
  • Karma: +476/-3
  • Quando aiuti qualcuno aiuti te stesso.
Nomadi - Piccole perle
« il: Settembre 16, 2008, 11:42:24 am »
Io Voglio Vivere

Forse scorre dentro il silenzio il senso
e il profilo della vita è tra le cose
e anche il buio serve ad immaginare
la ragione che ci invita a provare
so che può far bene anche gridare
per riscattare l'anima dal torpore
so che ad ingannarmi non è l'amore
perché voglio amare

Io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare a farmi male, voglio morire di te...
io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te...

Contro il mio equilibrio sempre un po' precario
libero l'istinto, ciò che mi sostiene
emozione nuova senza nome
la ragione che ci invita a continuare
per questo problema non ho soluzione
io mi sento vittima e carceriere
so che ad ingannarmi non è l'amore
perché voglio amare

Io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te...
io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te...
io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te...

Forse la coscienza, il senso della vita
sta in mezzo a mille notti o forse più
non servirà a tradire semplicemente amare
qualsiasi cosa che ti dà di più

Io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te...
io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te



La Vita Che Seduce

Forse hai ragione la notte fa paura
ma siedi accanto al fuoco e il buio si dirada
credimi amore il sole arde solo
per chi si sa scaldare lasciati andare
forse hai ragione qui non si ferma niente
nel vortice dei sensi il mondo e' un'illusione
credimi amore tutto ruota su se stesso
pianeti astri celesti ed anche noi adesso
e s'accende nel buio un'ancora di luce
e s'accende e mi piace e' la vita che seduce
certo hai ragione la vita fugge via
ma il tempo non e' altro che una dimensione
credimi amore non lasciare queste ore
sparse chissa' dove a disperdere calore
ma si che hai ragione ti sembra io non veda
quanta desolazione ma tanto io non cedo
tu credimi amore quanto il vento soffia forte
da lasciarci i segni senza le parole
e s'accende nel buio un'ancora di luce
e s'accende e mi piace e' la vita che seduce
adesso che ci penso noi parliamo troppo
adesso che vorrei averti piu' vicino
adesso che ci penso noi parliamo troppo
adesso che vorrei averti qui vicino
per proteggerci da quel vento forte
forse hai ragione la notte fa paura
ma siedi accanto al fuoco e il buio si dirada
credimi amore il sole arde solo per chi si sa scaldare
e s'accende nel buio un'ancora di luce
e s'accende e mi piace e' la vita che seduce



Vivo Forte

Mi chiederai perchè
io apro le finestre
nella notte buia,
quando il cielo dorme.
Risponderò: lo so,
che io son figlio del vento,
che mi aiuta ancora
a vivere felice.
Mi chiederai perchè
io apro le finestre
sulle strade vuote,
quando la gente dorme.
Risponderò: lo so,
che io son figlio della notte,
che mi aiuta ancora
a vivere felice.
E allora vivo e vivo forte,
faccio mia questa notte,
faccio mio il suo respiro.
Mi chiederai perchè io
chiudo le finestre,
quando sorge il sole
e le stelle son lontane.
Risponderò: lo so
che io son figlio della notte,
che mi aiuta ancora a pensare.
E allora vivo, e vivo forte,
con mille pensieri,
con mille idee.
E, allora vivo, e vivo forte,
faccio mia questa notte,
faccio mio il suo respiro

Cover:


Contro

Contro i fucili, carri armati e bombe
contro le giunte militari, le tombe
contro il cielo che ormai è pieno, di tanti ordigni nucleari
contro tutti i capi al potere che non sono ignari.

Contro i massacri di Sabra e Chatila
contro i folli martiri dell'Ira
contro inique sanzioni, crociate americane
per tutta la gente che soffre, e che muore di fame.

Contro chi tiene la gente col fuoco
contro chi comanda e ha in mano il gioco
contro chi parla di fratellanza, amore, libertà
e poi finanzia guerre e atrocità.

Contro il razzismo sudafricano
contro la destra del governo israeliano
conto chi ha commesso stragi, pagato ancora non ha
per tutta la gente ormai stanca che vuole verità.

Contro tutte le intolleranze
contro chi soffoca le speranze
contro antichi fondamentalismi e nuovi imperialismi
contro la poca memoria della storia.

Contro chi fa credere la guerra un dovere
contro chi vuole dominio e potere
contro le medaglia all'onore, alla santità
per tutta la gente che grida libertà.

« Ultima modifica: Settembre 16, 2008, 16:26:03 pm da ridethesnake »
Se do da mangiare ad un povero, mi dicono che sono un santo, ma se chiedo perchè quel povero è povero, mi dicono che sono un comunista!



Se non avete niente di meglio da fare andate a farlo da un'altra parte.
 

Offline luna

  • Vip
  • *
  • Post: 546
  • Karma: +152/-0
  • La magia di un sorriso
Re: Nomadi - Piccole perle
« Risposta #1 il: Settembre 16, 2008, 19:45:48 pm »
E' bello come questo luogo mi faccia venire in mente delle storie di vita da raccontare.
Tanti anni fa in piena adolescenza un giorno mio padre mi propose di seguirlo ad un concerto di un gruppo che aveva segnato la sua di gioventù..Mi ricordo che inizialmente feci un pò di storie ma alla fine mi convinse.. Mio padre è un uomo pacato che lotta per far valere le sue idee, anche se il mondo non lo segue.  Anche se inizialmente da ragazzina gli snobbai questo gruppo, da allora devo dire che sono rimasta felicemente sorpresa e contenta di averlo ascoltato. Dopo un'oretta di macchina ( insolito   per mio padre di solito pantofolaio) ho avuto il piacere di ascoltare il mitico Daolio...che aimè è scomparso..Il nuovo cantante mi piace ma lui rimarrà un mito...Voglio mettere qui una canzone le cui parole mi piacciono molto e vi invito ad ascoltare la premessa...
Io vagabondo

Io un giorno crescerò,

e nel cielo della vita volerò,

ma un bimbo che ne sa,

sempre azzurra non può essere l’età,

poi una notte di settembre mi svegliai

il vento sulla pelle,

sul mio corpo il chiarore delle stelle

chissà dov’era casa mia

e quel bambino che giocava in un cortile:



Io vagabondo che son io,

vagabondo che non sono altro,

soldi in tasca non ne ho ma la su mi è

rimasto Dio.



Si la strada è ancora là,

un deserto mi sembrava la città,

ma un bimbo che ne sa,

sempre azzurra non può essere l’età,

poi una notte di settembre me ne andai,

il fuoco di un camino

non è caldo come il sole del mattino

chissà dov’era casa mia

e quel bambino che giocava in un cortile:



Io vagabondo che son io,

vagabondo che non sono altro,

soldi in tasca non ne ho ma la su mi è

rimasto Dio, Io vagabondo che son io,

vagabondo che non sono altro,

soldi in tasca non ne ho ma la su mi è

rimasto Dio.

e poi una chicca che ho trovato girovagando..che in questo momento  mi fa tenerezza



Voglio solo...un sorriso
 

Offline ridethesnake

  • Vice Amministratore
  • *
  • Post: 8665
  • Ringraziato: 4 volte
  • Karma: +476/-3
  • Quando aiuti qualcuno aiuti te stesso.
Re: Nomadi - Piccole perle
« Risposta #2 il: Settembre 16, 2008, 20:25:47 pm »
Credo che esistano due nomadi: i nomadi di ieri, che facevano le marce della pace, che si ribellavano ad ogni ingiustizia anche a costo di sembrare patetici e ridicoli, sporchini e disordinati fuori perchè molto concentrati dentro a coltivare gli ideali; ed i nomadi di oggi, molto più rabbiosi perchè, in un certo senso, molto più fuori dal luogo e dal tempo che li contiene, dei primi.
I nomadi sono il legame tra due generazioni, quella del "tu babbo" che ti ha portato al loro concerto e quella delle mie figlie che mi fanno ascoltare in auto 15 volte "io voglio vivere": nel mezzo ci siamo noi, quel legame sottile tra passato e futuro, tra sogni e delusioni, che ogni giorno "stringe i pugni"...

Non cambiare mai, non cambiare mai
Non barattare le tue lacrime
Tu sei forte se lo vuoi
Hai ragione sai
Ad essere come sei
Non è vero che sei debole
Perché cerchi l’impossibile
 
Adesso dimmi cosa ne fai
Dei sentimenti finti cosa ne fai
E le religioni dell’apparire
E dei tuoi sensi di colpa dimmi
 
Stringi i pugni,stringi i pugni
Stringi i pugni e sarà
Come il gioco di un’età mai andata via
 
Non cambiare mai non cambiare mai
E se ti dicono di smettere
Sogna ancor più forte
 
Hai ragione sai ad essere come sei
Credi ancora nelle favole
E' il modo giusto di difenderti
 
Adesso dimmi cosa ne fai
Dei sentimenti finti cosa ne fai
E le religioni dell’apparire
E dei tuoi sensi di colpa dimmi
 
Stringi i pugni,stringi i pugni
Stringi i pugni e sarà
Come il gioco di un’età mai andata via
Come un sogno un’utopia
Con un pizzico di magia
Io questo sono e così sia
Stringi i pugni e vola via
Stringi i pugni,stringi i pugni
Stringi i pugni e sarà
Come il gioco di un’età mai andata via
Come un sogno un’utopia
Con un pizzico di magia
Io questo sono e così sia
Stringi i pugni e vola via
 :cuffie: :cuffie: :cuffie: :cuffie:
Se do da mangiare ad un povero, mi dicono che sono un santo, ma se chiedo perchè quel povero è povero, mi dicono che sono un comunista!



Se non avete niente di meglio da fare andate a farlo da un'altra parte.
 

Offline babauz

  • Vip
  • *
  • Post: 374
  • Karma: +124/-0
  • Volo alto tu lo sai cosi mai mi beccherai
    • E-mail
Re: Nomadi - Piccole perle
« Risposta #3 il: Settembre 18, 2008, 21:15:28 pm »
nomadi?  ma  je anno preso impronte?
 


Cliccate il BANNER sopra, sarete di grande Aiuto. GRAZIE !