Autore Topic: Era il 1967... and smile hello to... e oggi?  (Letto 351 volte)

Descrizione:

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ridethesnake

  • Vice Amministratore
  • *
  • Post: 8665
  • Ringraziato: 1 volte
  • Karma: +476/-3
  • Quando aiuti qualcuno aiuti te stesso.
Era il 1967... and smile hello to... e oggi?
« il: Ottobre 21, 2015, 20:18:59 pm »
Era il 1967 e penso che questa canzone sia un vero e proprio manifesto di quei formidabili anni in ‎cui tanti uomini cominciarono a sognare e si illusero di poter creare insieme un mondo nuovo e ‎libero…‎

The antique people are down in the dungeons
Run by machines and afraid of the tax
Their heads in the grave and their hands on their eyes
Hauling their hearts around circular tracks
Pretending forever their masquerade towers
Are not really riddled with widening cracks

And I wave goodbye to iron
And smile hello to the air

O the new children dance ------ I am young
All around the balloons ------ I will live
Swaying by chance ------ I am strong
To the breeze from the moon ------ I can give
Painting the sky ------ You the strange
With the colors of sun ------ Seed of day
Freely they fly ------ Feel the change
As all become one ------ Know the Way

The velocity addicts explode on the highways
Ignoring the journey and moving so fast
Their nerves fall apart and they gasp but can't breathe
They run from the cops of the skeleton past
Petrified by tradition in a nightmare they stagger
Into nowhere at all and they look up aghast

And I wave goodbye to speed
And smile hello to a rose

O the new children play ------ I am young
Under the juniper trees ------ I will live
Sky blue or gray ------ I am strong
They continue at ease ------ I can give
Moving so slow ------ You the strange
That serenely they can ------ Seed of day
Gracefully grow ------ Feel the change
And yes still understand ------ Know the Way

The king and the queen in their castle of billboards
Sleepwalk down the hallways dragging behind
All their possessions and transient treasures
As they go to worship the electronic shrine
On which is playing the late late commercial
In that hollowest house of the opulent blind

And I wave goodbye to Mammon
And smile hello to a stream

O the new children buy ------ I am young
All the world for a song ------ I will live
Without a dime ------ I am strong
To which they belong ------ I can give
Nobody owns ------ You the strange
Anything anywhere ------ Seed of day
Everyone's grown ------ Feel the change
Up so big they can share ------ Know the Way

The vaudeville generals cavort on the stage
And shatter their audience with submachine guns
And Freedom and Violence the acrobat clowns
Do a balancing act on the graves of our sons
While the tapdancing Emperor sings "War is peace"
And Love the Magician disappears in the fun

And I wave goodbye to murder
And smile hello to the rain

O the new children can't ------ I am young
Tell a foe from a friend ------ I will live
Quick to enchant ------ I am strong
And so glad to extend ------ I can give
Handfuls of dawn ------ You the strange
To kaleidoscope men ------ Seed of day
Come from beyond ------ Feel the change
The Great Wall of Skin ------ Know the Way

The bloodless husbands are jesters who listen
Like sheep to the shrieks and commands of their wives
And the men who aren't men leave the women alone
See them all faking love on a bed made of knives
Afraid to discover or trust in their bodies
And in secret divorce they will never survive

And I wave goodbye to ashes
And smile hello to a girl

O the new children kiss ------ I am young
They are so proud to learn ------ I will live
Womanhood bliss ------ I am strong
And the manfire that burns ------ I can give
Knowing no fear ------ You the strange
They take off their clothes ------ Seed of day
Honest and clear ------ Feel the change
As a river that flows ------ Know the Way

The antique people are fading out slowly
Like newspapers flaming in mind suicide
Godless and sexless directionless loons
Their sham sandcastles dissolve in the tide
They put on their deathmasks and compromise daily
The new children will live for the elders have died

And I wave goodbye to America
And smile hello to the world

ADDIO E BENVENUTO

La gente di un tempo è sprofondata nelle segrete
Asservita alle industrie e spaventata dalle tasse
Sull’orlo della fossa, le mani sugli occhi,
I cuori che si trascinano in percorsi sempre uguali
Con la pretesa che in eterno le loro torri di menzogne
Non vengano percorse da crepe sempre più profonde

Ed io dico addio al ferro
E sorridendo do il benvenuto all’aria

Oh, danzano i nuovi bambini – Sono giovane‎
Tutt’intorno i palloncini – Vivrò‎
Che si muovono casualmente – Sono forte‎
Alla brezza che spira dalla luna – Posso farcela‎
Dipingendo il cielo – Tu, lo strano‎
Con i colori del sole – Germoglio del mattino‎
Liberamente volano – Senti il cambiamento‎
Come se fossero tutt’uno – Conosci il modo‎

I drogati di velocità sfrecciano sulle autostrade
Incuranti del viaggio e muovendosi così veloci
Che i loro nervi vanno a pezzi ed essi ansimano senza poter respirare
Fuggono dai poliziotti del passato scheletrito
Pietrificati dalla tradizione, barcollando in un incubo
Nel nulla totale ed alzano lo sguardo inorriditi.‎

Ed io dico addio alla velocità
E sorridendo do il benvenuto ad una rosa

Oh, danzano i nuovi bambini – Sono giovane‎
Sotto i ginepri – Vivrò‎
Che il cielo sia blu o grigio – Sono forte‎
Continuano tranquillamente – Posso farcela‎
Muovendosi con dolcezza – Tu, il bizzarro‎
Il più serenamente possibile – Germoglio del mattino
Crescono pieni di grazia – Senti il cambiamento‎
Eppure certamente comprendono – Conosci il modo‎

Il re e la regina nel loro castello di insegne pubblicitarie
Vagano sonnambuli per i saloni trascinandosi dietro
Tutti i loro averi e tesori fugaci
Mentre vanno ad adorare il reliquiario elettronico
Su cui sta passando l’ultimissimo spot,
Nel più vacuo dei palazzi del facoltoso cieco

Ed io dico addio a Mammona
E sorridendo do il benvenuto ad un ruscello

Oh, i nuovi bambini comprano – Sono giovane‎
Tutto il mondo per una canzone – Vivrò‎
Senza un centesimo – Sono forte‎
A cui appartengono – Posso farcela‎
Nessuno possiede – Tu, lo stravagante‎
Nulla da nessuna parte – Germoglio del mattino‎
Tutti sono cresciuti – Senti il cambiamento‎
Così da poter condividere – Conosci il modo‎

I generali da avanspettacolo fanno le capriole in scena
E fanno a pezzi il loro pubblico con armi automatiche
E Libertà e Violenza, i clown acrobati,
Fanno gli equilibristi sulle tombe dei nostri figli,
Mentre l’Imperatore ballerino di tip tap canta “Guerra è Pace”
e Amore l’illusionista scompare per scherzo

Ed io dico addio all’assassinio
E sorridendo do il benvenuto alla pioggia

Oh, i nuovi bambini non possono – Sono giovane‎
Dire nemico di un amico – Vivrò‎
Sempre pronti ad incantare – Sono forte‎
E così lieti di dispensare – Posso farcela‎
Manciate d’aurora – Tu, lo stravagante‎
Ad uomini mutevoli – Germoglio del mattino‎
Venuti da oltre – Senti il cambiamento‎
Il Grande Muro di Pelle – Conosci il modo‎

I mariti esangui sono buffoni che ascoltano
come pecore le urla e i comandi delle loro mogli
E gli uomini che non sono uomini lasciano le loro donne sole
Guarda come fingono amore su di un letto fatto di coltelli,
Spaventati di accorgersi o di fidarsi dei loro corpi
E mai potranno sopravvivere in una separazione non dichiarata

Ed io dico addio alle ceneri
E sorridendo do il benvenuto ad una ragazza

Oh, i nuovi bambini baciano – Sono giovane‎
Sono così orgogliosi di imparare – Vivrò‎
La felicità di essere donna – Sono forte‎
E la mascolinità che arde – Posso farcela‎
Senza conoscere paura – Tu, l’inusuale
Si spogliano nudi – Germoglio del mattino‎
Con sincerità e semplicità – Senti il cambiamento‎
Come un fiume che scorre – Conosci il modo‎

La gente di un tempo sta scomparendo lentamente,
Come giornali in fiamme in un suicidio della ragione,
Pazzi senza dio, asessuati e senza orientamento
I loro fasulli castelli di sabbia dissolti dalla marea
Si mettono le loro maschere di morte ed ogni giorno scendono a compromessi
I nuovi bambini vivranno perchè coloro che li hanno preceduti sono morti‎

Ed io dico addio all’America
E sorridendo do il benvenuto al mondo

[youtube][/youtube]
Se do da mangiare ad un povero, mi dicono che sono un santo, ma se chiedo perchè quel povero è povero, mi dicono che sono un comunista!



Se non avete niente di meglio da fare andate a farlo da un'altra parte.
 


Cliccate il BANNER sopra, sarete di grande Aiuto. GRAZIE !