..:: Argomenti Vari ° General ::..
> Pianeta Juventus

Champions League - Magico Alex, la Juve sbanca il Bernabeu

(1/1)

edi67:

Una doppietta di Del Piero affossa il Real Madrid. Bianconeri agli ottavi

Real Madrid       0 - 2       Juventus   Del Piero 17’, 67’
Nella sua straordinaria carriera ne ha vissute tante di notti magiche, ma come questa davvero poche. Alex Del Piero segna una leggendaria doppietta al Santiago Bernabeu, dove mai aveva segnato prima d'ora, e trascina alla Juventus a un memorabile quanto meritato successo in casa del Real Madrid, impresa riuscita nella storia bianconera solo nel 1962 grazie a Sivori. Una vittoria doppiamente importante, perchè qualifica la formazione di Ranieri agli ottavi di Champions League con due giornate di anticipo.


Chi l'avrebbe mai detto solamente due settimane fa, quando la Juve era sull'orlo della crisi e il suo allenatore ha rischiato addirittura l'esonero. Una squadra che ha cambiato decisamente pelle e che ora, con questa vittoria, si propone nuovamente per entrare nell'èlite del calcio internazionale. L'atmosfera suggestiva del Bernabeu intimorisce un po' nei primi minuti la Juve, confermata praticamente in blocco dopo la vittoria in campionato con la Roma. Ma il Real, se non su qualche discesa di Drenthe, schierato all'ultimo minuto al posto di Robben (infortunatosi nel riscaldamento), non il reparto arretrato bianconero, autore di una prova quasi perfetta.

Al 17' la partita si sblocca. Guti commette l'unico errore nel primo tempo servendo inavvertitamente Del Piero. Distrazione fatale, perchè il numero 10 di Ranieri arriva palla al piede fino al limite dell'area e trova l'angolino con un diagonale di sinistro di chirurgica precisione. Subito il gol, il Real Madrid attacca a testa bassa e al 24' va vicino al pareggio con Ramos, che sul cross di Sneijder s'inserisce sul secondo palo e sorvola la traversa. Gli spagnoli continuano a premere, ma la Juve sa difendersi senza andare in bambola e quando può riesce a rendersi pericolosa in contropiede. Van Nistelrooy in girata e Diarra di testa vanno vicini al pareggio prima dell'intervallo.

La pressione del Real Madrid aumenta d'intensità nel primo quarto d'ora della ripresa, ma Chiellini e Legrottaglie fermano in ogni maniera Raul e Van Nistelrooy e Mellberg, ripresosi bene dalla contusione al ginocchio accusata a fine primo tempo, riesce ad arginare Drenthe. Non appena cala il ritmo, la Juve ne approfitta per assestare il colpo del ko. Al 67' Casillas piazza malissimo la barriera, troppo centrale, e Del Piero la aggira facilmente mirando ancora l'angolo basso.

Il raddoppio bianconero gela il pubblico del Bernabeu, che perde ogni speranza sull'werrore di sottoporta al 70' di Higuain, da poco subentrato a Sneijder. Ranieri toglie Amauri e inserisce Iaquinta e il calabrese serve a Del Piero un pallone che per pochi centimetri non entra sul secondo palo, per quella che sarebbe stata addirittura la tripletta. La chiusura è degna del giusto tributo a un vero campione: il pubblico del Bernabeu si alza in piedi e applaude sportivamente l'unico grande eroe della serata, Alex Del Piero, mentre si gode la meritata standing ovation lasciando il posto a De Ceglie. Ultimo partecipe sul campo della magica notte del Bernabeu a tinte bianconere.

Fabio Casati / Eurosport

franca1000:
sempre e solo lui...quando smetterá di giocare sará un giorno molto triste per il calcio, per la juve e per me....bellissima standing ovation anche e sopratutto dai tifosi spagnoli  hail2

Navigazione

[0] Indice dei post

E' avvenuto un errore mentre ringraziavi
Ringraziando...
Vai alla versione completa