Autore Topic: [Ecologia] Non sprechiamo l'oro blu  (Letto 692 volte)

Descrizione:

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline axiel

  • Vip
  • *
  • Post: 153
  • Karma: +4/-0
  • ++Il pazzo d'anime++
    • E-mail
[Ecologia] Non sprechiamo l'oro blu
« il: Luglio 09, 2008, 15:55:51 pm »

Sapevate che un rubinetto che gocciola al ritmo di 90 gocce al minuto, spreca 4000 litri di acqua all’anno e che un foro di 1 mm in una tubatura, provoca in un giorno una perdita di 2328 litri di acqua potabile? La manutenzione, insomma, fa risparmiare acqua e denaro. Un uso corretto del prezioso liquido, contribuisce ad evitare sprechi inutili.

Per esempio, non è necessario lavare la frutta e la verdura sotto l’acqua corrente, è sufficiente lasciarla a bagno nel bicarbonato.

Per lavare le stoviglie, possiamo usare l’acqua di cottura della pasta perchè è un ottimo sgrassante che consente anche un uso moderato di detersivi. Lavatrici e lavastoviglie andrebbero messe in funzione solo a pieno carico. Infatti una lavatrice o una lavastoviglie consumano, in genere per il lavaggio ed il risciacquo lo stesso quantitativo di acqua, indipendentemente dal carico.

Otterrete un doppio risparmio: acqua ed elettricità. Un bel bagno caldo è molto piacevole soprattutto d'inverno e dopo una giornata faticosa e stressante, ma ricordiamo che ogni volta occorrono 200 litri d'acqua. Bastano, invece dai 50 agli 80 litri per una doccia altrettanto rilassante. Il risparmio è evidente.

Mentre ci si rade o ci si lavano i denti non è necessario tenere il rubinetto costantemente aperto; così pure quando si lavano i piatti o ci si fa lo shampo, si può raccogliere l’acqua in un contenitore o nel lavello e non usare l’acqua corrente per tutto il tempo.

Utilizzare lavastoviglie e lavatrice a pieno carico consente un risparmio di acqua e di energia elettrica. Per quanto riguarda l’acqua il risparmio può ammontare fino circa 10.000 litri all’anno per famiglia.

Oltre il 30% dei consumi idrici domestici sono imputabili allo sciacquone, poiché premendo il pulsante vanno via circa 10 litri d’acqua, inutilmente. Possiamo dotare lo scarico del wc di sistemi a quantità differenziata, da regolare a seconda delle esigenze.

Anche nel caso dello sciacquone, poi, è importantissima la manutenzione, visto che un WC che perde può consumare anche 100 litri al giorno. Verificate periodicamenle che il galleggiante del serbatoio di accumulo sia perfettamente efficiente, in grado, cioè, di bloccare l'afflusso di acqua quando il serbatoio e pieno.

Se l'impianto è stato realizzato con scarico di troppo pieno l'acqua in eccesso non trabocca e viene convogliata alla fognatura e non vi accorgete della perdita. Finiscono cosi nella fognatura tanta acqua potabile e tanti metri cubi del vostro consumo. Il costo dell'eventuale intervento dell'idraulico è a volte, trascurabile rispetto al risparmio sulla bolletta che ne consegue.

Lavare l’automobile con un secchio piuttosto che con acqua corrente consente un risparmio di circa 130 litri. In alternativa, l’auto può comunque essere portata negli autolavaggi autorizzati, dotati di un sistema di raccolta e depurazione dell’acqua usata.

Innaffiare l’orto con acqua piovana raccolta ed i fiori e le piante con quella già utilizzata per lavare frutta e verdura può far risparmiare altri 6.000 litri di acqua potabile all’anno.

Il momento migliore per innaffiare le piante non è certamente il pomeriggio, quando la terra ancora calda fa evaporare rapidamente l'acqua, bensì la sera. Gli impianti automatici di irrigazione a micropioggia, programmabili per funzionare nottetempo,sono l'ideale.

Verifichiamo periodicamente lo stato di salute dell' impianto idrico: se il contatore del consumo di acqua continua a girare anche con tutti i rubinetti chiusi, bisogna intervenire per eliminare perdite nelle condutture o riparare eventuali guasti all'impianto.

Installiamo impianti idrici duali: quando si costruisce o si ristruttura, cerchiamo di dotare la casa di impianti idrici a due tubi, così da poter distinguere l'acqua potabile da quella non potabile. Avviene già in molti paesi europei, non richiede grosse spese e permette di tagliare i consumi idrici. Inoltre, è opportuno isolare termicamente le condutture, così da ottenere in minor tempo la temperatura desiderata di acqua calda e ridurre gli sprechi.

Installiamo semplici riduttori/regolatori du flusso, ciò permette un risparmio del 50% sul consumo abituale. Questi comportamenti consentono ad una famiglia di tre persone un risparmio di circa 6.000 litri di acqua all’anno.

You made a mess
For Christ sake, this rotten world
Shit out of luck
Go with my vision
Light up the fire
Right on the power
Weapon… I have it all
 


Cliccate il BANNER sopra, sarete di grande Aiuto. GRAZIE !