Autore Topic: I conti online a rischio?  (Letto 988 volte)

Descrizione:

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

funcool3

  • Visitatore
I conti online a rischio?
« il: Ottobre 14, 2010, 14:15:12 pm »
Uno dei trojan più incaxxati degli ultimi tempi è sicuramente ZeuS. Se non lo conoscete sappiate che è molto diffuso e il suo scopo principale è rilevare dati finanziari, banche comprese ovviamente, dati di email, dati di social network. E pare ci riesca benissimo. Inoltre l'enorme diffusione è semplificata dal fatto che Zeus si trova gratuitamente su Internet in più versioni e semplice da usare. E' notizia di questi giorni di decine di arresti nei confronti di pirati informatici che sfruttavano il trojan ma se fossi in voi terrei costantemente aggiornato l'antivirus e il sistema operativo, soprattutto se avete dati sensibili come l'home banking. E' a rischio soprattutto chi ha Windows XP SP2

Citazione
I PIRATI VITTIMA DEI PIRATI
Il trojan ZeuS ha fatto danni seri alle banche. Li ha fatti perché, obiettivamente parlando, è un gran pezzo di software. Complesso, ma facile da usare e molto molto flessibile cosicché si può mirare a svaligiare qualunque banca. Davvero, qualunque.

E poi è gratis.

Questo non era nelle intenzioni del gruppo che sviluppa il trojan, ma la pirateria non guarda in faccia a nessuno: neanche agli altri pirati.

Quindi, se siete interessati a derubare una banca non avete che da cercare su Internet e troverete una versione di ZeuS, perché ce ne sono a dozzine disponibili, dice Roel Schouwenberg, di Kaspersky Labs. E ognuna di queste versioni appartiene a un concorrente del gruppo originale, è gratis... ma non è la più recente. Se volete la più recente dovrete imparare un po' di russo.

Il fatto che ci siano tutti questi cloni di ZeuS in circolazione non fa dei suoi sviluppatori un gruppo di sprovveduti. Al contrario, loro si sono impegnati e il kit per produrre il malware renderebbe orgogliosa anche la Microsoft - hanno addirittura, implementato un'attivazione hardware simile a quella di Windows in modo che il kit possa solo generare il malware da un solo PC.

Ma tutto ciò non è bastato, dice Sergei Shevchenko, di PC Tools. I moderni sviluppatori di malware sono organizzazioni molto complesse in cui i ruoli sono ricoperti da esperti di caratura mondiale. Con organizzazioni così grandi e così complesse è necessario che il modello di business funzioni. Se questo diventa preda della pirateria gli sviluppatori non hanno altra scelta che chiudere bottega.
fonte PC-Facile
 

Offline mozagga

  • Moderatore Globale
  • *
  • Post: 5067
  • Ringraziato: 6 volte
  • Karma: +266/-3
  • ...questo è il destino che mi sono segnato
    • E-mail
Re:I conti online a rischio?
« Risposta #1 il: Ottobre 14, 2010, 18:49:44 pm »
siamo in mano ha delle macchine...se va il tilt il sistema andiamo tutti a ramengo....
 

funcool3

  • Visitatore
Re:I conti online a rischio?
« Risposta #2 il: Ottobre 16, 2010, 18:00:15 pm »
l'unica rete sicura è quella del letto, forse è il caso che i soldi ce li teniamo nel materasso come i nostri nonni! lol
Così freghiamo banche e ladroni :D
 

MaxPayne

  • Visitatore
Re:I conti online a rischio?
« Risposta #3 il: Ottobre 16, 2010, 18:57:16 pm »
ho già speso tutti i soldi :ciao:.... da me non becca nulla!!  :dance2: :harhar::ciao:
 

funcool3

  • Visitatore
Re:I conti online a rischio?
« Risposta #4 il: Ottobre 16, 2010, 19:31:53 pm »
ho già speso tutti i soldi :ciao:.... da me non becca nulla!!  :dance2: :harhar::ciao:

questo è un altro metodo x ovviare al problema, spendi tutto! :sorrisone:
 


Cliccate il BANNER sopra, sarete di grande Aiuto. GRAZIE !