Autore Topic: Le Cure del Peperoncino  (Letto 679 volte)

Descrizione:

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ninfea

Le Cure del Peperoncino
« il: Marzo 15, 2012, 19:36:49 pm »
Principalmente viene usato in cucina, nella preparazione di pietanze, ma anche così si possono sfruttare alcune delle sue proprietà, infatti essendo un ottimo digestivo, favorisce la secrezione di succhi gastrici, aiuta la circolazione sanguigna ed accelera il metabolismo. Ma bisogna fare attenzione a non eccedere; nella donna ad esempio l’assunzione esagerata di questa spezia può causare (a volte) lievi cistiti alle vie urinarie. Come si dice “nessuno è perfetto” ed il peperoncino non è l’eccezione che conferma la regola, nonostante i suoi più importanti pregi. La ricetta che più esalta le sue varie proprietà curative e cosmetiche è il classico ”Olio Santo” ottenuto riempiendo mezzo barattolino di peperoncino macinato (non in polvere) ed aggiungendo olio extravergine d’oliva fino all’orlo. Facile da preparare ha mille possibilità di essere usata per la cura del proprio corpo.
Unendo un cucchiaio di Olio santo in 50 ml di olio di mandorle dolci (acquistabile in farmacia), si può ottenere un olio per massaggi che riattiva la circolazione linfatica e sanguigna, utile per gli inestetismi di vene varicose e cellulite. Và spalmato un’ora prima della doccia (una o due volte alla settimana) sulle zone del corpo che necessitano del trattamento. Da evitare ovviamente il contatto con occhi e parti intime.
Per torcicollo e artrite, mescolate in un bicchiere due cucchiai di olio santo con uno d’olio d’oliva o di mandorle (oppure 4 d’olio santo e due d’olio d’oliva), applicatelo massaggiando sulla zona dolorante fino al suo assorbimento e poi tenetela al caldo. Essendo un vasodilatatore, infatti, provoca un aumento di calore sulla zona in cui viene applicato quest’olio, favorendo l’intorpidimento della zona e la distensione della fascia muscolare contratta. Se il dolore è acutissimo l’applicazione può essere effettuata due volte al giorno, la mattina e la sera prima di dormire, ricordando di lavare bene la parte prima di ogni applicazione, per non provocare reazioni urticanti. Nel caso di pelli molto sensibili se ne sconsiglia vivamente l’uso.
Inoltre il peperoncino è un buon alleato contro l’influenza e può essere usato in svariati modi a seconda del tipo di affezione alle vie respiratorie. Per il naso chiuso ad esempio basta far bollire un peperoncino in un mezzo litro d’acqua e respirarne i vapori, si consiglia però di chiudere gli occhi per evitare irritazioni. Oppure, in caso di mal di gola lievi, potete fare degli sciacqui e gargarismi facendo raffreddare l’acqua in cui avete bollito il peperoncino; dà giovamento anche alle gengive infiammate, in quanto antibatterico e disinfettante naturale.
Se il mal di gola è più forte, invece, potete aiutarvi con due o tre cucchiaini d’olio santo (come se fosse uno sciroppo) dopo i pasti più sostanziosi; non si può parlare di guarigione vera e propria ma il sollievo è immediato.
Far bollire per 5 minuti un peperoncino nel vino cotto con il miele, filtrare e bere: quest’infuso è un buon febbrifugo, aumenta la sudorazione abbassando la temperatura corporea.
Afrodisiaco o no?..Non si sa. Molti se lo chiedono, ma una risposta scientifica non c’è. Forse saranno solo leggende ma un tentativo non costa nulla. Allora perché non provare aggiungendo una spolveratina di peperoncino in polvere nella preparazione del cioccolato caldo da bere col vostro partner!..Forse non sarà afrodisiaco..o forse sì?..    :winko:


 fonte: keysweb   
« Ultima modifica: Marzo 15, 2012, 19:49:07 pm da ninfea »
                                  
 


Cliccate il BANNER sopra, sarete di grande Aiuto. GRAZIE !