Autore Topic: Malloreddus  (Letto 1396 volte)

Descrizione:

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ninfea

Malloreddus
« il: Luglio 03, 2013, 06:14:18 am »



  per 4-6 persone

500 g di semola di grano duro
1 kg di pomodori pelati e privati dei semi (anche quelli in scatola vanno bene  :winko:  )
50 g di pancetta
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
3 foglie di basilico
1 puntina di zafferano in polvere
6 cucchiai di olio
1 bicchiere di acqua tiepida
50 g di pecorino grattugiato
sale e pepe




Mettete la semola sulla spianatoia, aggiungete il sale e poco a poco, mescolando con una forchetta, un bicchiere d'acqua tiepida in cui avrete sciolto una puntina di zafferano. Continuate a lavorare con le mani sino ad ottenere una pasta omogenea e soda, aggiungendo, se necessario, acqua tiepida in piccole quantità.
Staccate dei pezzetti di pasta e formate dei rotolini lunghi come un dito del diametro di una penna a sfera, infarinateli leggermente e ritagliateli a pezzetti grossi come un fagiolo. Passateli, facendoli rotolare a uno a uno, su un setaccio, premendoli leggermente con il pollice in modo da ottenere delle conchigliette o degli gnocchetti. Quando tutti i malloreddus saranno pronti, allargateli bene su un canovaccio da cucina asciutto e lasciateli asciugare per circa 12 ore.
Tritate sottilmente la cipolla, la pancetta e il basilico e fateli rosolare con l'olio in una casseruola; quando la cipolla sarà imbiondita aggingetevi i pomodori spezzettati con la forchetta e uno spicchio d'aglio intero (che poi eliminerete), unite il sale e il pepe e lasciate cuocere piano per circa quaranta minuti o poco più, sino a che la salsa si sarà addensata al punto giusto.
Mettete sul fuoco la pentola con abbondante acqua salata, portate a ebollizione e tuffatevi i malloreddus; appena affioreranno toglieteli con il mestolo forato, disponeteli nel piatto da portata, conditeli con la salsa ben calda e pecorino  :winko:

N.B. In Sardegna questi gnocchetti vengono conditi aggingendo durante la cottura del sugo salsiccia sarda sbriciolata o carne tritata   :yes:
Se il pecorino fosse troppo piccante per i vostri gusti, potete sostituirlo con parmigiano o con una miscela di metà pecorino e metà parmigiano grattugiato.  :winko:

Buon appetito!!                                                                              


 :wine:   Campiano rosso              Grignolino d'Asti Superiore                                                          :ciao: :dance2:

                                  
 
I seguenti utenti hanno ringraziato questo post: Banshee

Offline pinkfloyd

  • “Non vedere separa l’uomo dalle cose. Non sentire separa l’uomo dall’uomo”
  • Moderatore Globale
  • *
  • Post: 16704
  • Ringraziato: 8 volte
  • Karma: +590/-4
  • La conoscenza e utile se la condividi
Re:Malloreddus
« Risposta #1 il: Luglio 03, 2013, 13:58:26 pm »


N.B. In Sardegna questi gnocchetti vengono conditi aggingendo durante la cottura del sugo salsiccia sarda sbriciolata o carne tritata   :yes:
Se il pecorino fosse troppo piccante per i vostri gusti, potete sostituirlo con parmigiano o con una miscela di metà pecorino e metà parmigiano grattugiato.  :winko:
                                                 :ciao: :dance2:



Quoto la mia suocera fa pure la pasta fatta in casa impossibile resistere  :esclama:
Vivi e lascia vivere, perché niente è più importante della vita, quindi fregatene di ciò che pensano, fregatene di chi non ti è amico, fregatene di chi parla alle tue spalle, vivi alla faccia di coloro che sono invidiosi, vivi alla faccia di chi è falso, dimentica chi ti ha fatto male e sorridi, si indifferente al suo pensiero e ricorda che... il vero amico sei solo tu! Straordinaria follia.
 


Cliccate il BANNER sopra, sarete di grande Aiuto. GRAZIE !